Il parere della SINPIA sulla PAS

Recentemente, sull’onda emotiva e mediatica sorta a partire delle vicissitudini del bambino di Cittadella, la SINPIA – Socetà Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza ha  pubblicato un comunicato sul sito ufficiale riguardo la c.d. PAS – Sindrome da Alienazione Parentale. I punti di maggiore interesse:

  • Fenomeni come il mobbing, lo stalking e il maltrattamento esistono ed assumono valenze giuridiche a prescindere dal riconoscimento di disturbi identificabili come sintomatici.”
  • “La comunità scientifica è concorde nel ritenere che la alienazione di un genitore non rappresenti di per sé un disturbo individuale a carico del figlio ma piuttosto un grave fattore di rischio evolutivo per lo sviluppo psicoaffettivo del minore stesso.”
  • “…è previsto il suo inserimento nella prossima edizione del DSM 5 all’interno della nuova categoria dei Disturbi Relazionali…”
  • “…il fenomeno origina da una patologia della relazione che include il bambino ed entrambi i genitori, ognuno dei quali porta il proprio contributo…”
  • “esiste una vasta letteratura nazionale ed internazionale che conferma la scientificità del fenomeno della Parental Alienation, termine questo da preferirsi a quello di PAS; negli Stati Uniti ad esempio tale costrutto ha superato i criteri fissati dalle Frye e Daubert Rules per essere riconosciuti come scientificamente validi dalle competenti autorità giudiziarie”

In conclusione la SINPIA ribadisce come sia importante adottare le precauzioni e le misure necessarie, come impongono le recenti sentenze della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, per garantire il diritto del minore alla bigenitorialità e tutelarlo dagli ostacoli che lo possono minacciare.

Il comunicato è nel sito della SINPIA (www.sinpia.eu > comunicati) al seguente link: http://www.sinpia.eu/atom/allegato/1063.pdf

 

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>